RESTAURI DENTALI

Dott. Jacopo Gualtieri

​Oggi, la stabilità nel tempo di un restauro dentale e la sua integrazione nella naturale fisiologia della bocca devono essere garantite da caratteristiche funzionali molto vicine a quelle dello smalto naturale.
Sono infatti indicati per i restauri dentali  materiali con qualità fisiche clinicamente identiche a quelle dello smalto naturale: l’equilibrio occlusale della bocca infatti è fondamentale per la corretta postura del paziente e un odontoiatra moderno deve conoscere e rispettare questo sistema e il suo equilibrio, per il benessere completo del paziente.
Dagli ultimi studi scientifici sulle caratteristiche fisiche (durezza,  elasticità) dei materiali utilizzati in odontoiatria per i restauri dentali, emerge che a lungo sono stati utilizzati materiali con indice di usura troppo differente dallo smalto naturale: la maggior parte delle ceramiche (più dure dello smalto) usurano molto il dente naturale antagonista, i vecchi compositi (meno duri dello smalto) vengono usurati eccessivamente dal dente.
Gli squilibri provocati dall’uso di materiali dentari non idonei possono portare a problemi non solo di carattere dentale (fratture) ma, se non rimossi per tempo, problemi muscolari e posturali, oltre che articolari.
 

Aggiungi un commento

Filtered HTML

  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.

Plain text

  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
To prevent automated spam submissions leave this field empty.